Non viventi [Poeta Mode]

Veloce veloce

Veloce la gente mi passa vicino

[troppo veloce]

Mi trascino lenta, troppo lenta, stridono le mie giunture, peso, sento peso, non posso muovermi.

Attraverso la strada, il semaforo

[verde giallo rosso verde giallo rosso verde giallo rosso verde]

Lampeggia, io lenta mi trascino, consentendogli di terminare ben due volte il suo ciclo.

Che succede

[paura]

Che fine ha fatto la mia velocità che fine…

Oggi tutti vanno spediti e mai si guardano attorno.

[la tartaruga?]

Oggi nessuno è consapevole di quello che fa al momento oggi

La mia andatura si fa più libera, ma non di molto

Pochi conoscono il valore di un momento, tutti vanno troppo veloci, vanno avanti, vedono il futuro e non il presente.

Sì.

[calma pervade il mio corpo]

Il presente, disprezzato presente. Tutti vogliono qualcosa di più e nessuno ama e pensa e gode di quello che ha.

È vero. Cammino stavolta volutamente lenta, perché so quello che mi aspetta alla fine.

Odiano il presente- sono convinti che quello che vivono sia già l’inferno.

Sì. Essi si vanno, sordi ai richiami di loro stessi, io lo so e ignoro di saperlo.

Essi

[vogliono qualcosa di più]

Credono di essere i dannati

[nessuno ama pensa gode ama pensa gode ama]

Del loro inferno personale

[quello che ha che ha quello che ha quello che]

E giungo, e arrivano.

Hanno la pelle grigia, flaccida, sguardi tragici e ghigni di dolore. Sono donne. Sono uomini. Sono bambini. Camminano

[tutti vanno spediti]

Di fronte a me, orridi zombie, morti viventi, non morti, forse non viventi, non si accorgono

[mai si guardano attorno]

Di me, una processione orrenda, i movimenti scattanti e scomposti, i vestiti di ogni tragica quotidianità

Voglio fuggire

[non voglio fuggire]

Voglio distogliere lo sguardo

[voglio guardare]

Voglio passare oltre

[Voglio restare lì]

Ho paura

[HO FREDDO]

Annunci

Informazioni su Artemis

Vent'anni circa, sarda, studia giapponese a Bologna. Coltiva parecchi hobbies, fra cui il disegno, i manga, gli anime, la scrittura e la cucina. Il suo sogno è andare in Giappone.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...