Un maiale day contro l’Islam

 
"La mia è stata una provocazione bella e buona. Quando si tratta di difendere i propri cittadini e la propria sicurezza, anche le provocazioni possono servire".
Sì.
A farci saltare in aria.
Secondo me si è bevuto quel poco di cervello che aveva.
Già quando ha messo quelle ridicole magliette satiriche su Maometto, provocando l’assalto all’ambasciata Italiana in Libia l’avrei estromesso da qualsiasi carica politica.
Costui è un emerito imbecille.
No, che provocare non può servire! Ma ragioni prima di parlare?
Mi sembra di essere governata da bambini di cinque anni, è chiaro che se una persona qualsiasi è vittima di prepotenze non va lì a chiamarli "teste di cazzo" se sa che poi viene pestata!
E adesso, capirei se i musulmani fossero contrari a portare in giro i cagnolini, e ce li dovessimo tenere in casa.
Pace, abbiamo ragione noi, i cani devono uscire perché è casa nostra e così abbiamo sempre fatto.
Da quando in qua facciamo sfilare i maialini?
Io i maialini vivi li trovo solo in campagna… non è che adesso faccio qualcosa che nella normalità non farei solo per infastidire un popolo…
E facciamo i dispetti a chi non esiterebbe a farsi esplodere? Ma tu sei completamente fumato, amico!
Non faccio di ogni erba un fascio, ma dico io, i musulmani non hanno l’autorità religiosa centrale, un papa che ci dica: "Che minchia stai facendo?", hanno ognuno di loro un Imam che spiega il corano a suo modo.
Quindi e come se, non essendoci il Papa, un prete dicesse ai fedeli della sua parrocchia: "Andate e fatevi esplodere con tanti infedeli attorno, Dio lo vuole", mentre l’altro dice: "Porgete l’altra guancia, ognuno è libero di professare il proprio credo, ma voi siate fedeli al vostro."
Allora un gruppo si fa esplodere, l’altro fa la spesa chiacchierando amabilmente con gente di altre religioni.
Tuttavia il Maiale day è un insulto a tutti i musulmani, come se loro mettessero appunto delle magliette con Gesù che ti strizza l’occhio e fa: "porgi l’altra guancia, poi prendi la mira".
Io sono mezzo atea e mezzo pagana, queste cose non mi fregano un benemerito accidente, tuttavia voglio campare fino ad una certa età, non morire per le cazzate dette da un signore che non merita nemmeno questo titolo, figuriamoci un posto nella politica…
Okay, pan per focaccia, organizziamo il "calderoli_è_un_Maiale-Day"?
Mi sto rompendo con questi day, facciamo in giapponese:
 
KAKUMEI NO HI
[giorno della rivoluzione]
 
Annunci

Informazioni su Artemis

Vent'anni circa, sarda, studia giapponese a Bologna. Coltiva parecchi hobbies, fra cui il disegno, i manga, gli anime, la scrittura e la cucina. Il suo sogno è andare in Giappone.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un maiale day contro l’Islam

  1. Fanny ha detto:

    Ciau Artemis ki ti scrive è micina (stefania )grazie per essere passata nel mio blog il tuo è troppo carino  complimenti,kmqw lascia perdere la gente cretina ke ti dice qste cose perke loro nn capiscono nulla…loro hanno cervello talmente piccolo ke sanno solo dire e pensare ca**ate su ca**ate percio FREGATENE!!!e ricordati ke la diversità rende unici ed essere diversi ci distingue dalla massa di m***a ke ce in giro percio divertiti e continua ad ascoltare rock n roll!!!tanti saluti pure da mio fratello byeee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...